Obiettivi macro

Foto

Sempre inerente all’ articolo sulla fotografia macro vi vogliamo suggerire alcune ottiche con caratteristiche adatte alla macrofotografia.

Abbiamo preso in esame obiettivi con focali intorno a 100mm. Di seguito vi illustriamo le caratteristiche principali dei vari obiettivi in modo che possiate fare una scelta più oculata in caso decideste di acquistarne uno.

Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM

Il modello EF 100 mm F/2,8 Macro USM  è un teleobiettivo medio con funzionalità macro in grado di garantire ingrandimenti fino a 1,0x.

L’apertura a otto lamelle consente di sfocare lo sfondo per mettere in risalto il soggetto. L’obiettivo integra un limitatore di messa a fuoco che limita l’ escursione della ghiera  di messa a fuoco per migliorare la velocità della messa a fuoco automatica.

Il sistema di messa a fuoco automatica con motore USM di Canon utilizza l’oscillazione ultrasonica per consentire un funzionamento rapido, preciso e praticamente silenzioso. La messa a fuoco manuale permanente, possibile grazie a una ghiera che non ruota durante la messa a fuoco automatica, permette ai fotografi di iniziare subito a impostare lo scatto.

I rivestimenti Super Spectra garantiscono un bilanciamento preciso dei colori e un contrasto elevato e, al contempo, eliminano il flare e le immagini fantasma assorbendo la luce che potrebbe essere riflessa dagli elementi interni dell’obiettivo e dal sensore immagine.

Non facendo parte della serie L non presenta lo stabilizzatore ottico, ma questo aspetto può essere non considerato poiché stiamo parlando di riprese in macro, dove nella stragrande maggioranza dei casi verrà usato un treppiedi.

La nitidezza dell’immagine è davvero ottima ed ha una resa costante dal centro ai bordi, le aberrazioni cromatiche sono pressoché inesistenti. Forse il materiale con cui è costruito non è il massimo, sotto la forza dell’impugnatura si potrebbe sentire il barilotto cedere leggermente, ovviamente anche questo aspetto è marginale in quanto per le riprese macro l’obiettivo verrà maneggiato solo per la messa a fuoco.

Attualmente l’obbiettivo può essere acquistato intorno ai 450 euro, quindi se dovessimo fare un rapporto qualità prezzo potremmo dire che per la fotografia macro potrebbe essere un ottimo acquisto.

Se invece possedete una fotocamera con sensore formato APS-C e pensate di usarlo anche come un classico teleobbiettivo magari per fare dei bei fotoritratti tenete ben presente che non è stabilizzato e quindi con tempi di scatto relativamente lenti potrebbe soffrire del mosso.

Nikon AF-S Micro-Nikkor 105mm f/2.8G IF-ED VR

L’AF-S VR 105 f/2.8G IF-ED estende i vantaggi della stabilizzazione VR al campo della fotografia macro, e offre risolvenza e prestazioni di riferimento sia con le reflex digitali che con le 35mm tradizionali.

L’obiettivo incorpora il sistema di riduzione vibrazioni Nikon di seconda generazione (VR II), che agevola l’impiego a mano libera stabilizzando l’immagine come se si scattasse con un tempo di posa di 4 stop più rapido rispetto ad un obiettivo convenzionale (in base ai risultati dei test di rendimento Nikon).

SWM (Silent Wave Motor) e IF (messa a fuoco interna) offrono un’attuazione autofocus particolarmente silenziosa, e la possibilità di passare rapidamente dal funzionamento automatico a quello manuale.

Le prestazioni ottiche sono poi ancora migliorate dall’impiego di lenti in vetro ED (Extra-low Dispersion) che minimizzano l’aberrazione cromatica, e dal trattamento delle lenti Nano Crystal Coat che, riducendo drasticamente il flare, contribuisce a fornire immagini straordinariamente brillanti e ricche di dettagli.

Dalle caratteristiche di quest’obiettivo si capisce subito che è di fascia medio alta, può essere usato, oltre che per scattare delle ottime macro, anche per ritratti a mano libera, in quanto presenta uno stabilizzatore ottico. Associato al teleconverter TC-20E III si raggiunge un rapporto di ingrandimento 2:1, cosa molto importante si mantengono tutti gli automatismi.

Il peso di 750 gr ci fa intendere che è costruito con materiali robusti.Il prezzo di quest’obiettivo si aggira intorno ai 700 euro, prezzo magari non accessibile a tutti i fotoamatori, c’è da dire che per le sue caratteristiche e resa fotografica vale il suo costo.

Tokina AT-X Pro 100mm f/2.8 Macro

Una delle alternative presenti sul mercato, sia per fotocamere Canon che Nikon, potrebbe essere l‘AT-X Pro della casa giapponese Tokina.- L’AT-X Pro è un obiettivo macro non stabilizzato capace di un rapporto di ridimensionamento di 1:1 a 30cm.

Data la sua ampia escursione per la messa a fuoco, l’obiettivo possiede un limitatore per garantire una messa a fuoco più rapida quando lo si usa in AF. – Il passaggio tra MF ed AF avviene tramite il meccanismo Tokina One Touch focus, cioè l’anello di messa a fuoco viene spinto verso la macchina per entrare in MF.

La messa a fuoco in automatico avviene tramite motore AF non ad ultrasuoni e questo lo si nota anzi lo si sente. – La qualità e la nitidezza dell‘immagine rimane ottima nel range di diaframmi f/5,6 ed f/11, ed anche i materiali con cui è costruito possono soddisfare le nostre attese.

Possiede un anello portafiltro da 55mm che non ruota con la messa a fuoco, la lente esterna è abbastanza interna al barilotto, quindi si potrebbe anche far a meno di montare il paraluce che è a corredo dell’ obiettivo.

Il prezzo del Tokina AT-X Pro 100mm f/2,8 Macro si aggira intorno ai 400 euro. Questa lente potrebbe essere una valida alternativa per chi cerca un obiettivo macro da montare su di una fotocamera Nikon, non ha molto senso acquistarlo per Canon dato che nella stessa fascia di prezzo ( giusto qualcosina in più ) possiamo trovare il Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM.

Forse l’unica caratteristica che potrebbe far storcere il naso è l’enorme escursione di messa a fuoco, ma come sappiamo, nel caso di fotografia macro la lente non si allontanerà molto dal sensore.

Tamron SP 90mm f/2.8 Di Macro

Restando sempre in Giappone potremmo suggerirvi l’obiettivo Tamron SP AF 90mm f/2,8 Di Macro, compatibile sia per Canon che per Nikon FF ed APS-C.Nota: L’obiettivo 90mm è disponibile con motore incorporato per le Nikon D40, D40X e D60 (Modello A272NII).

Il modello A272EN, commercializzato fino a febbraio 2008, è compatibile con le D40/D40X/D60 soltanto con la messa a fuoco manuale, dato che non dispone di motore incorporato.

SP (Super Performance) – Questo modello fa parte della serie di obiettivi Tamron Super Performance (SP), caratterizzati da elevatissima qualità ottica e meccanica.

Il design ottico di questo obiettivo utilizza un elemento XLD di alte prestazioni (Extra Low Dispersion), che è prodotto in materiali speciali di vetro che presentano un indice di dispersione del colore estremamente basso.

Con questo viene indicata la capacità del vetro di decomporre un raggio di luce nei suoi colori spettrali. Le proprietà di dispersione sono ancora più basse delle lenti LD standard e corrispondono più o meno al valore di fluorite.

La lente XLD fornisce in combinazione con l’elemento LD il contrasto e la brillantezza più alta/o. Questo previene efficacemente la problematica e cromatica aberrazione della telefotografia e fornisce anche nelle zone periferiche la massima nitidezza.

Il risultato è una lente che compensa l’aberrazione cromatica e l’ingrandimento assiale  in tutta la gamma di zoom e garantisce la massima risoluzione e brillantezza per le vostre immagini.

La messa a fuoco è eseguita tramite motore AF ed è molto rumorosa e lenta, l’escursione del barilotto anche qui è abbastanza ampia e quindi presenta la possibilità di impostare il limitatore, anche questo obiettivo non presenta lo stabilizzatore ottico.

La lente esterna dell’obiettivo è incavata nel barilotto quindi non c’è grossa necessità del paraluce.

Cercando su internet, il Tamron lo potreste trovare  anche ad un prezzo inferiore ai 350 euro, questo forse lo elegge a prima scelta per chi vuole affacciarsi al mondo della macrofotografia e non ha grosse pretese ma solo voglia di sperimentare avendo una buona resa fotografica. Fate solo attenzione al modello che acquistate, che non sia di costruzione precedente al 2008.

SIGMA 105mm F2.8 EX DG OS HSM Macro

Una valida alternativa all’obiettivo Nikon ed anche a quello Canon, potrebbe essere questo SIGMA con ottica stabilizzata.

Quest’obiettivo, medio tele, con apertura f/2,8 propone ottime performance proprio per le riprese fotografiche ravvicinate. Il sistema OS ( Optical Stabilizer ) è di proprietà della SIGMA ed offre una buona stabilizzazione dell’immagine per fotografie a mano libera. Proprio questa caratteristica potrebbe far tendere la vostra scelta proprio verso questa lente dato che il costo non è poi così elevato.

Una lente a bassa dispersione (SLD Special Low Dispersion )ed una lente ad alto indice di rifrazione forniscono un’eccellente correzione di tutti i tipi di aberrazione e distorsione della luce. Un sistema di messa a fuoco muove due gruppi di lenti che compensa le aberrazioni astigmatiche e sferiche.

Il rivestimento per rotazione riduce l’effetto flare ( che potrebbe essere causato da un’errata diffrazione della luce nel gruppo lenti ) e l’effetto fantasma e produce immagine ad alto contrasto e senza perdita di nitidezza. Le 9 lamelle del diaframma forniscono un apprezzabile effetto sfocatura sullo sfondo dell’immagine.

L’autofocus è gestito da un motore ultrasuoni ( Ring-USM ) che consente messe a fuoco rapide e silenziose. Altro punto a favore di questo obiettivo rispetto ai precedenti due che presentavano un AF rumoroso ed abbastanza lento.

In conclusione, la nitidezza di quest’obiettivo, il suo sistema OS ed un AF ad ultrasuoni, potrebbero bastare a farvelo scegliere come obiettivo per la macrofotografia senza dimenticare che all’occorrenza può essere anche utilizzato per scattare ritratti.

Il suo prezzo si aggira intorno ai 450 euro, stesso costo del Canon e molto vicino al Tokina.

Conclusione

Abbiamo elencato una serie di ottiche che potrebbero interessare a chi la fotografia la esercita per passione, ovviamente se si parla di professionalità, sia Canon che Nikon offrono le loro serie di obiettivi Pro che però sono molto costosi e magari non adatti ad un pubblico semi-professionale con un budget limitato.

Nonostante tutto, la resa fotografica di queste lenti è molto buona e non vi farà rimpiangere le linee Pro delle case più blasonate. Insomma adesso tocca a voi fare la  scelta, magari approfondendo l’argomento leggendo test tecnici in giro per la rete.