Dietro le quinte della Motion Graphics

Video

Creare Motion Graphics non è certo un passo semplice ed immediato e prevede una serie di informazioni sia tecniche che artistiche da mettere in gioco, più il buon senso applicato a tutto questo. Scontato? Assolutamente sì da chi è fuori del settore. Facile da realizzare? Assolutamente no!

Fonte: danielezanini.com/motion-graphics/

Innanzitutto premetto che per creare animazioni degne di nota sono necessari:

  1. Un PC o un Mac con molta, moltissima RAM, come se piovesse;
  2. Un monitor o 2 monitor con un profilo colore calibrato;
  3. Unità disco veloci e performanti;
  4. 1 Scheda Video Nvidia preferibilmente per sfruttare i Core CUDA;
  5. Una copia di Creative Cloud con tutti i software Adobe, ma basta Premiere Pro ed After Effects;
  6. Conoscere i principi dell’animazione;
  7. Conoscere approfonditamente After Effects;
  8. Avere una libreria di font vasta e variegata;
  9. Avere un catalogo di texture sul vostro hard disk di archivio vasto, vario e di alta qualità;
  10. Comprare plugin esterni per After Effects che hanno sicuramente un utilizzo massiccio, come Optical Flare ed Element 3D alla versione 2 di Videocopilot, la Trapcode Suite della Red Giant Software;
  11. Un mouse possibilmente verticale (no al tunnel carpale);
  12. Buona creatività (e se vi manca basta allenare il muscolo della creatività lasciandosi ispirare);
  13. Buona fiducia in sé stessi;
  14. Capacità di concludere le cose. Capacità in realtà utile in tanti ambiti della vita, ma in questo in particolare bisognerebbe dedicarci un articolo a sé.
  15. Organizzazione interna elevata.

Probabilmente questo elenco è incompleto e avrebbe necessità di essere riempito con altre voci. La motion graphics è un argomento vasto, molto molto vasto, perché il modo di affrontare, creare, strutturare ed organizzare le risorse, i materiali, i video e non perderci troppo tempo è fondamentale anche perché quando si crea un video tradizionale e si crea un video motion graphics la differenza di tempo impiegato può essere enorme a seconda del tipo di progetto.

Da non sottovalutare quindi l’aspetto dei costi: un video creato in motiongraphics può variare dai 500 ai 5000€ a seconda di cosa si deve creare, per quanto tempo, su quale output e con quali tecniche. Tutte queste variabili, e molte altre ancora influiscono decisamente sul preventivo. Spesso e volentieri mi chiedono preventivi per creare video con Motion Graphics come se si dovesse comprare un’auto. L’auto è già fatta e precisa e ha un prezzo di listino, mentre un video di Motion Graphics contiene tantissime variabili che vanno ad incidere sulla richiesta che il motion graphic designer vi andrà a creare. Immagino benissimo che possa sembrare una rottura e una perdita di tempo, ma in realtà è proprio l’opposto. Se un motion graphic designer vi proponesse una cifra ad una tantum, senza essere specifico alle richieste potrebbe essere più problematica la gestione del progetto a lungo andare a differenza di chi, come me, tende a specificare tutto all’inizio e a tenere tutto quindi in modo molto trasparente e chiaro.

Più si specifica in modo chiaro il progetto, più il motion graphic designer di fiducia vi proporrà una offerta chiara. E il modo migliore di farlo è specificare queste informazioni:

  • Durata del video;
  • Scopo del video;
  • Output del video;
  • un paio di video di riferimento sullo stile per comprendere cosa dover fare.

Dite queste informazioni al vostro motion graphic designer e saprà essere sicuramente molto più preciso, senza perdere tempo in scambi di email inutili per comprendersi. La base per la comprensione si ha quando entrambi i lati sono consapevoli di cosa ci sta dietro, ed esattamente questa consapevolezza porterà a comprendere il motivo per il quale il vostro motion graphic designer vi ha chiesto una cifra che vi sembra esagerata.