Musica per il Video: Le risorse nel web

Video

Coloro che si occupano di produzione video o multimediale si trovano a dover affrontare il problema relativo al reperimento della musica per le loro produzioni.

Problema di duplice natura che riguarda da una parte la scelta della musica in base all’atmosfera o alla tipologia di video/multimedia che stanno realizzando, dall’altra la questione dell’acquisizione dei relativi diritti d’utilizzo che devono essere giustamente corrisposti all’autore del brano da utilizzare.

Nel caso di un un brano conosciuto, il videomaker dovrà rivolgersi alla Società Italiana Autori ed Editori e corrispondere all’autore una certa somma di denaro relativa ai diritti d’utilizzo della sua opera d’ingegno, secondo prezzi stabiliti dalla SIAE e organizzati in tabelle consultabili sul sito della società.

Nelle grosse produzioni cinematografiche, una persona si occupa di espletare le procedure di acquisizione dei diritti d’utilizzo di certi brani musicali.

In alternativa si ricorre all’opera di un compositore che si incaricherà di produrre musica originale per quel filmato. In questo caso, al compositore viene acquistato il servizio ed i diritti vengono o meno condivisi con la produzione.

Quest’ultima sarebbe la soluzione ottimale – ma non sempre facilmente percorribile per ovvie ragioni – dato che la colonna sonora sarà composta ad hoc sulle immagini, nota per nota.

Nelle produzioni indipendenti invece, dove il budget a disposizione è sempre limitato, la soluzione è quella di includere a preventivo il costo di acquisizione dei diritti cosa che però, determinerà inevitabilmente un ulteriormente aumento dei i costi per il cliente.

Capita anche che qualche giovane musicista presti la propria opera per comporre della musica originale ma in genere i risultati non sono sempre professionali e soddisfacenti e data la loro gratuità, potrebbe essere difficile rifiutarsi di utilizzarli.

Ma esiste un’altra strada da percorrere che vale la pena di conoscere.Questa alternativa è offerta dalla musica con licenza “royalty free” o “creative commons”, due licenze simili che permettono l’utilizzo di un brano musicale al costo di poche decine di euro e a volte anche gratuitamente.

In quest’ultimo caso si richiede solo la segnalazione del nome e del link alla pagina del compositore. La licenza viene fornita in formato pdf in fase di download insieme brano musicale e può essere esibita a richiesta, nel caso di controlli da parte degli organi di controllo, cioè la SIAE.

La qualità della musica con licenza Royalty Free o Creative Commons, può variare moltissimo, dipendendo dal prezzo della licenza richiesto dal compositore (che può andare da 2,99€ fino ad acune decine di euro) e dalle commissioni applicate dal portale/sito incaricato di distribuirla per conto del musicista, al pari dei siti di immagini stock.

Oltre ai brani musicali di cui abbiamo parlato, sui medesimi portali si trovano anche delle librerie di suoni ed effetti che possono tornare molto utili per arricchire lo spazio sonoro del video cui stiamo lavorando. Rumori di mezzi di trasporto, di eventi naturali (tuoni, il suono di una cascata, il mare, suoni di passi, di porte che si a prono o chiudono e così via).

Sull’utilizzo di questo genere di suoni ed effetti mi riservo di pubblicare un approfondimento su queste pagine nel prossimo futuro, vista l’importanza che rivestono nella sonorizzazione di prodotti video e multimediali.

Indistintamente dal fatto però che la nostra ricerca sia diretta al reperimento di suoni, effetti o brani musicali per il nostro filmato, avremo a disposizione una grande quantità di siti che offrono questo tipo di servizio, sui quali poter effettuare la ricerca.

In genere questi portali si differenziano in base alla qualità della musica che offrono, la facilità con la quale vi si può reperire quello che serve, l’interfaccia e l’organizzazione dei contenuti più o meno accattivante.

Certo è, sia quale sia il portale che deciderete di utilizzare, che dovrete rassegnarvi ad una lunga ricerca prima di trovare quello che vi serve. Viste però le tariffe applicate dalla SIAE per questo genere di servizi, vale la pena tentare.